Dallo spazio alla Terra. Alexander Gerst "Il contatto con l'atmosfera è il momento più duro"

Cosa prova un austronauta mentre rientra sulla Terra? Lo abbiamo chiesto ad Alexander Gerst, austronauta tedesco.

“Ci si sente come sulle montagne russe. Le migliori sulle quali sei mai stato. Per dare un’idea precisa. Per poter rientrare nell’atmosfera in modo sicuro la sonda deve dividersi in tre parti separate” racconta Alexander Gerst.

“A disposizione ci sono dei pulsanti per le esplosioni che allontanano violentemente la sonda” continuta Gerst “Quando si inizia a toccare l’atmosfera vedi le altre due componenti bruciare. E non soltanto le vedi, ma vedi anche te stesso bruciare. Le componenti più piccole della sonda, infatti, si disintegrano e si fondono, dando vita a un plasma di color rosso. In quel momento ti rendi conto della potenza sprigionata, respiri a fatica, ed è come se la lingua ti si spingesse indietro nella gola. E’ una fase molto dura. Quando poi sei sotto al paracadute hai 10 minuti per prepararti a cosa succederà dopo, e nella fase di atterraggio, che è abbastanza brusca, ti senti come durante un incidente in auto”.

Alexander Gerst

Divenuto famoso per il timelapse video che ha girato nel suo tempo libero a bordo dell’ISS, Alexander Gerst è l’astronauta tedesco di più alto profilo. Ha trascorso sei mesi sulla Stazione spaziale internazionale, da maggio 2014. Nato a Künzelsau, nella regione tedesca del Baden-Württemberg, ha la passione per la corsa e il nuoto. Ha studiato presso l’Università di Karlsruhe, in Germania, dove ha ricevuto una laurea in geofisica, prima di conseguire un master presso la Victoria University of Wellington in Nuova Zelanda.
Vedi l'originale