Il festival Balkan Trafik! presenta la musica della contestazione ucraina

Tradizione e musica contemporanea si fondono in un mix coinvolgente in “Balkan Trafik!” un festival che è diventato un appuntamento imperdibile a Bruxelles, quest’anno suonano insieme gruppi musicali dei Balcani e dell’Europa dell’Est. Il gruppo Iman Baildi propone vecchie canzoni greche rivisitate con musica elettronica, jazz e rap.

Lysandros Falireasè il leader del gruppo: “Posso acoltare musica britannica pop o indie e commuovermi anche se non sono britannico, e penso che anche un britannico o un americano possa ascoltare musica greca e trovarci qualcosa, perché racconta una storia, un’emozione, un’atmosfera globale”

Musica, ma anche film, rappresentazioni teatrali, dibattiti e degustazioni gastronomiche, il festival porta alla scoperta di tutto l’universo dei Balcani, ma in questa ottava edizione ci sono anche novità da Kiev come spiega l’ideatore del festival Nicolas Wieers:

“Quest’anno per la prima volta Balkan trafik! si apre un po’ all’Est, in particolare all’Ucraina, abbiamo scoperto Dhaka Bhraka che è veramente la voce della contestazione della piazza Maidan in Ucraina”.

Si tratta di un gruppo molto apprezzato. Il cantante Marco è stato a piazza Maidan dal primo giorno delle proteste:

“La maggiore ricerca per noi è la ricerca di un’identità che è ancora europea, occidentale- dice. Allo stesso tempo non trascuriamo la ricerca del nostro proprio percorso e della nostra posizione, una ricerca che è al tempo stesso culturale e geografica”.
Vedi l'originale