Il Libano ha finalmente un governo. Hezbollah fondamentale per la sua tenuta

L’annuncio questo sabato da parte del premier Tammam Salam che è apparso in conferenza stampa in diretta tv dal palazzo presidenziale. Nella lista dei 24 ministri ci sono anche esponenti di Hezbollah e i loro rivali sunniti della corrente filo Arabia Saudita.

Secondo Salam il suo sarà un esecutivo all’insegna della pacificazione nazionale: “Porgo la mano ai vari leader politici che con loro saggezza ci permetteranno di raggiungere i nostri obiettivi nell’interesse dello Stato”.

Pesanti i ministeri della coalizione guidata dal movimento sciita Hezbollah, vicino all’Iran e al regime siriano, che si è assicurata i ministeri delle Finanze, degli Esteri, dell’Industria, dell’Energia, del Lavoro e trasporti.

Un grosso passo avanti dopo mesi in cui il Libano è stato scosso da attentati. Cinque dei membri di Hezbollah sono giudicati in contumacia nel processo che si tiene all’Aja per l’omicidio dell’ex premier Rafic Hariri, padre di Saad, attuale leader in esilio.
Vedi l'originale