La Russia non fa passi indietro, Putin rivendica la conquista della centrale di Zaporizhzhia

Access to the comments Commenti
Di Andrea Barolini
Il presidente russo Vladimir Putin
Il presidente russo Vladimir Putin   -   Diritti d'autore  Mikhail Metzel/Copyright 2022 Sputnik

La Russia è ancora determinata a liberare le regioni meridionali e orientali dell'Ucraina. Ad affermarlo è stato Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, parlando ai giornalisti a Mosca. Il presidente Vladimir Putin ha invece rivendicato la conquista della centrale nucleare di Zaporizhzhia, effettuata, ha spiegato, al fine di fermare i bombardamenti ucrani sull'area.

Raid nella regione di Donetsk, almeno dieci i morti

"C'è stato molto rumore attorno alle nostre operazioni che hanno coinvolto infrastrutture energetiche ucraine. Sì, le abbiamo attaccate. Ma chi ha cominciato? Chi ha attaccato il ponte di Crimea?".

Nel frattempo il conflitto continua. Almeno dieci persone sono state uccise mercoledì in un attacco delle forze russe alla città di Kurakhove, nella regione di Donetsk, secondo quanto riferito dal presidente ucraino Volodymr Zelensky. 

Venti tra città e villaggi sottoposti a costanti bombardamenti

Le autorità di Kiev affermano che i raid dell'aviazione nella zona si sono intensificati. Venti tra città e villaggi sono sottoposti a costanti bombardamenti da parte dell'aviazione di Mosca.