Danimarca, verso una povertà alimentare. Si mangia meno e male per colpa della crisi

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Qualità della vita in Danimarca
Qualità della vita in Danimarca   -   Diritti d'autore  Daniel Cole/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Con l'aumento dei prezzi, i danesi cambiano abitudini alimentari. In Danimarca si consumano meno calorie e meno pietanze. Secondo un sondaggio del Ministero dell'Alimentazione il 20% delle famiglie con un reddito inferiore a 40.000 euro afferma di saltare a volte un pasto. Inoltre si acquista meno carne, diventata troppo costosa. Meglio puntare su verdure di stagione, uova, e formaggi. Per il governo si va verso una povertà alimentare.

Inflazione arretra di poco

Per la prima volta in 17 mesi l'inflazione nell'area euro arretra leggermente. Si attesta a novembre al 10 %, a ottobre era al 10,6 % dunque meno 6 punti decimali. I dati sono di Eurostat, questa è la prima frenata della storica corsa al rialzo dell'inflazione in area euro dal giugno 2021 quando l'impennata dei costi dell'energia ha iniziato a tirare la volata dei prezzi.

A novembre 2022 i prezzi dell'energia registrano un più 34,9 % rispetto al novembre 2021, una cifra enorme ma inferiore allo storico più 41,5 % registrato in ottobre e al più 42 % di giugno.

Inflazione al + 21,7 % in Lettonia

I Paesi Baltici, i più dipendenti dall'economia russa, sono ancora quelli che soffrono di più l'inflazione che si attesta al 21,7 % in Lettonia, e al 21,4 % in Lituania ed Estonia. La Francia è il Paese che più contiene i rialzi con un più 7,1 %. L'Italia è la più colpita tra i Paesi del sud Europa con un più 12,5 % .