This content is not available in your region

Calci e pugni tra ragazzini, sfida social preoccupa sindaco

Access to the comments Commenti
Di ANSA
A Montemurlo nel Pratese, rafforzati controlli municipale
A Montemurlo nel Pratese, rafforzati controlli municipale

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MONTEMURLO</span> (<span class="caps">PRATO</span>), 15 <span class="caps">NOV</span> – Calci e pugni tra<br /> giovanissimi all’improvviso: è la ‘challenge’ tra gli studenti<br /> di una scuola media di Montemurlo (Prato), che preoccupa il<br /> sindaco Simone Calamai che ha disposto un rafforzamento dei<br /> controlli da parte della polizia municipale all’entrata della<br /> scuola e alle fermate dell’autobus. Si tratta di una sfida tra adolescenti, spiega una nota, una<br /> challenge come viene definita sui social: non appena viene<br /> urlata un’espressione concordata, i ragazzi cominciano a<br /> picchiare con pugni e schiaffi i coetanei ovunque si trovino. Un<br /> fenomeno registrato sugli autobus, alle fermate e talvolta a<br /> scuola. Conseguenza di questo insensato gioco sono ragazzi con<br /> braccia piene di lividi ma anche con crisi d’ansia per paura che<br /> qualcuno all’improvviso possa dare inizio alla sfida. “Non è un<br /> gioco e non può essere considerato tale – dice il primo<br /> cittadino -, Il Comune è a fianco della scuola per fermare<br /> questa sfida assurda. La violenza e la sopraffazione non possono<br /> mai essere accettate”. Da Calamai un “appello a tutti i genitori<br /> affinché condannino questi comportamenti e facciano riflettere i<br /> ragazzi sulla gravità di quanto sta succedendo. I controlli<br /> della polizia municipale serviranno per scoraggiare quanti<br /> vogliano continuare questa assurdità”. Il sindaco insieme alla<br /> polizia municipale sta valutando anche se il danneggiamento di<br /> un defibrillatore presente nel giardino “Erasmo Meoni” di via<br /> Micca a Bagnolo, sia da mettere in relazione a questa assurda<br /> sfida. “Mi auguro che i ragazzi della sfida non abbiano nulla a<br /> che vedere con questo fatto altrettanto grave – conclude il<br /> sindaco -. Si tratta di uno strumento salvavita del valore di<br /> diverse migliaia di euro e quanto commesso è tanto grave quanto<br /> assurdo e senza alcun senso. Un gesto che danneggia tutta la<br /> comunità”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.