Droga in carcere, agente assolto. L'avvocato, onore restituito

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Giudice riconosce innocenza Giuseppe Tucci, arrestato a marzo
Giudice riconosce innocenza Giuseppe Tucci, arrestato a marzo

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 11 <span class="caps">NOV</span> – Finito agli arresti domiciliari con<br /> l’accusa di essersi fatto corrompere da detenuti per consentire<br /> l’introduzione di droga nel carcere napoletano di Secondigliano,<br /> è riuscito a dimostrare non solo la sua estraneità ai fatti, ma<br /> anche di essere inviso agli stessi detenuti che ne avevano<br /> chiesto l’allontanamento dal reparto, ritenendolo una sorta di<br /> “Hitler”. E’ la vicenda di Giuseppe Tucci, poliziotto<br /> penitenziario di 47 anni arrestato nel marzo scorso nell’ambito<br /> di un’indagine della Dda di Napoli – ventisei persone arrestate,<br /> di cui 22 detenuti e 4 agenti – che aveva svelato un giro di<br /> spaccio di droga in carcere realizzato da detenuti con agenti<br /> corrotti. Otto mesi dopo le manette, Tucci, accusato da detenuti<br /> divenuti collaboratori di giustizia, è stato assolto in<br /> abbreviato dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale<br /> di Napoli Santoro. Per Tucci la Procura di Napoli aveva chiesto<br /> sei anni di carcere, ma il gup ha accolto la ricostruzione del<br /> difensore dell’imputato, Enzo Guida, che ha prodotto le<br /> relazioni di servizio firmate da Tucci in cui si segnalavano<br /> comportamenti illegali dei detenuti, nonché i sequestri droga<br /> effettuati dal 47enne (alcuni entrati nell’indagine Dda), e una<br /> copia di una lettera inviata dai detenuti alla direzione del<br /> carcere per chiedere l’allontanamento dal Reparto di Tucci,<br /> definito una sorta di «Hitler». Lo stesso Tucci, dopo l’arresto,<br /> interrogato dal Gip, aveva respinto ogni addebito, spiegando che<br /> il suo ruolo nel carcere era di “attenzionare e segnalare le<br /> anomalie”. Il Tribunale del Riesame annullò poco dopo<br /> l’ordinanza, Tucci tornò in libertà, e la stessa Amministrazione<br /> Penitenziaria, che lo aveva sospeso dopo l’arresto, lo<br /> reintegrò. “In realtà, già il Tribunale del Riesame – spiega<br /> l’avvocato Guida – aveva colto le incongruenze delle<br /> dichiarazioni dei collaboratori, che mai hanno fatto riferimento<br /> a Tucci in modo diretto. Nonostante prove ‘confuse’, Tucci è<br /> stato processato. Con l’assoluzione viene restituito l’onore ad<br /> un onesto lavoratore”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.