Uccise il coinquilino a Rimini, condannato a 15 anni e mezzo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
In abbreviato davanti al gup. Il pm aveva chiesto 20 anni
In abbreviato davanti al gup. Il pm aveva chiesto 20 anni

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">RIMINI</span>, 10 <span class="caps">NOV</span> – Uccise con una coltellata alla gola<br /> il coinquilino che non voleva andarsene di casa e oggi è stato<br /> condannato a 15 anni e mezzo di reclusione. Il 31enne peruviano<br /> Marcos Antonio Quispe Luyo, difeso dagli avvocati Carlo Alberto<br /> Zaina e Monica Pozzi, è stato giudicato colpevole questa mattina<br /> dal gup del Tribunale di Rimini, Manuel Bianchi. Dovrà scontare<br /> 15 anni e 6 mesi di reclusione, grazie allo sconto per la scelta<br /> del rito abbreviato, contro i 20 anni chiesti dal pubblico<br /> ministero Luca Bertuzzi. La notte del 29 maggio del 2021, Quispe era appena rincasato<br /> quando approfittando dell’effetto sorpresa accoltellò Leonardo<br /> Yoel Vincens Ballena, 35 anni, peruviano, mentre dormiva a letto<br /> probabilmente stordito dall’alcol. Subito dopo il delitto,<br /> Quispe aveva tentato di sviare le indagini dicendo ai<br /> carabinieri di aver trovato il coinquilino a terra vicino al<br /> bagno con la gola tagliata, ma dopo un serrato interrogatorio,<br /> Quispe confessò di non poterne più dell’amico perché non voleva<br /> contribuire alle spese per l’appartamento. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.