This content is not available in your region

Terremoto: Fano, nessuna richiesta di alloggi per danni

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Comune, dopo scia sismica centinaia verifiche. Riaprono scuole
Comune, dopo scia sismica centinaia verifiche. Riaprono scuole

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">FANO</span>, 10 <span class="caps">NOV</span> – “Non c‘è stata nessuna richiesta da<br /> parte di privati di alloggio a causa di danni alle proprie<br /> abitazioni”. Ad annunciarlo il vice sindaco di Fano Cristian<br /> Fanesi dopo le forti scosse registrate al largo della costa<br /> pesarese ieri mattina e lo sciame sismico con oltre 13 scosse<br /> che sta proseguendo. Mentre sul capitolo scuole, l’assessore ai<br /> Servizi educativi Samuele Mascarin ha annunciato: “da domani<br /> tutte le scuole di ogni ordine e grado riapriranno”. “Ieri – ha sottolineato il sindaco Massimo Seri – siamo stati<br /> attenti ai minimi particolari con rigore ed efficienza pensando<br /> a tutti gli scenari. Questa notte l’abbiamo vissuta con grande<br /> preoccupazione, mantenendo uno stato di allerta molto alto:<br /> preparandoci al peggio e pensando al meglio. Nelle prossime<br /> settimana, alla luce di questo tragico episodio che<br /> fortunatamente non ha avuto conseguenze, organizzeremo<br /> esercitazioni in tutte le scuole fanesi. Ancora registriamo<br /> scosse e manteniamo una certa allerta. Grande paura ma ci siamo<br /> fatti trovare pronti”. “Per trovare un evento di questa portata<br /> bisogna tornare indietro al 1930 – ricorda – Non oso immaginare<br /> cosa sarebbe successo se la scossa fosse avvenuta a terra”. Almeno 200 i controlli eseguiti in territorio comunale tra<br /> verifiche e sopralluoghi: “126 controlli su edifici connessi al<br /> patrimonio pubblico. 43 sopralluoghi su scuole, 14 sopralluoghi<br /> su palestre, 4 edifici sociali, 18 controlli su edifici<br /> pubblici, 8 cimiteri, 14 monumenti, 25 strutture sportive.<br /> Rimarrà chiuso il primo piano dell’edificio comunale, – ha<br /> annunciato l’assessora ai Lavori Pubblici Barbara Brunori – probabilmente verrà interdetto anche l’accesso ad una porzione<br /> della sede comunale che più di altre, è stata lesionata. I<br /> cimiteri da questa mattina sono tornati aperti, mentre sono<br /> escluse alla fruizione pubblica alcune sezioni dei cimiteri di<br /> Sant’Andrea in Villis e Carignano”. Ora l’attenzione si sposta sul patrimonio privato. Ai<br /> cittadini che volessero verificare l’integrità delle proprie<br /> abitazioni o delle proprie aziende e realtà produttive il Comune<br /> consiglia di rivolgersi a un tecnico di fiducia o, in<br /> alternativa, ai Vigili del Fuoco che opereranno in<br /> collaborazione con la Protezione Civile. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.