This content is not available in your region

Acquaroli, al momento non danni gravi, continua monitoraggio

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Terremoto nelle Marche, dopo scossa 5.7 oltre mille chiamate 112
Terremoto nelle Marche, dopo scossa 5.7 oltre mille chiamate 112

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 09 <span class="caps">NOV</span> – Il numero d’emergenza 112 ha<br /> ricevuto “oltre mille telefonate” dopo la forte scia sismica<br /> sulla costa marchigiana nel Pesarese con una scossa 5.7 alle<br /> 7:07. Continua il monitoraggio della situazione sul territorio”.<br /> Così il governatore delle Marche Francesco Acquaroli nel corso<br /> di una conferenza stampa dopo le scosse di terremoto di stamani<br /> al largo della costa marchigiana. “Al momento non risultano<br /> danni gravi, sono in corso sopralluoghi”, ha aggiunto. Subito dopo la scossa più forte una ventina di episodi<br /> sismici e poi altre nella mattinata di diversa intensità. Il<br /> terremoto si è avvertito in tutte le Marche e in altre regioni<br /> d’Italia. “Dopo le scosse – ha aggiunto – abbiamo allertato<br /> tutto il sistema protezione civile e consigliato la chiusura<br /> delle scuole, in particolare nelle province di Ancona e Pesaro<br /> Urbino per una verifica degli edifici” pubblici. Si stanno<br /> svolgendo verifiche in tutti gli edifici pubblici e anche in<br /> quelli privati che segnalano fessurazioni, crepe o caduta di<br /> oggetti e calcinacci. Sono crollate parti di intonaco, marmo e<br /> calcestruzzo nei pressi della pensilina della stazione<br /> ferroviaria ad Ancona dove era stata interrotta la Linea<br /> adriatica per controlli. Nell’immediatezza delle forti scosse Acquaroli ha sentitoil<br /> capo dipartimento di Protezione Civile Fabrizio Curcio e la<br /> presidente del Consiglio Giorgia Meloni con la quale è “in<br /> continuo contatto”. “Al momento – ha riferito -, per le notizie<br /> in nostro possesso, non ci sono state segnalazioni di danni<br /> particolarmente gravi, di crolli ma occorre aspettare sempre la<br /> valutazione finale delle verifiche. Ci sono sopralluoghi in<br /> corso in strutture private e pubbliche, sanitarie, sede<br /> istituzioni, scuole. Siamo tutti in allerta e monitoriamo la<br /> situazione”. Intanto si sono riuniti il comitato provinciale per<br /> la sicurezza di Ancona e Pesaro Urbino e il Centro Operativo<br /> Regionale (Cor), un’altra riunione di aggiornamento è prevista<br /> per le 16:30 con successivo punto informativo, per monitorare la<br /> situazione. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.