This content is not available in your region

Rapinavano tir e portavalori, operazione nel Foggiano

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Gli indagati utilizzavano anche armi da guerra
Gli indagati utilizzavano anche armi da guerra

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">FOGGIA</span>, 03 <span class="caps">NOV</span> – La Polizia di Stato sta eseguendo,<br /> con l’impiego di centinaia di agenti, una serie di arresti nel<br /> comune di Cerignola (Foggia) a carico di diverse persone<br /> ritenute responsabili dei reati di rapine pluriaggravate ai<br /> danni di furgoni portavalori e dei reati fine di rapina in<br /> concorso, detenzione e porto illegale in luogo pubblico di armi,<br /> anche da guerra, violenza privata e riciclaggio, ricettazioni e<br /> sequestro di persona. Le azioni criminali venivano commesse anche mediante<br /> l’impiego di disturbatori di frequenza i cosiddetti jammer, per<br /> inibire le comunicazioni via radio e smartphone, al fine di<br /> impedire i contatti con le sale operative delle Forze<br /> dell’ordine e delle ditte di trasporto. Gli appartenenti al<br /> sodalizio criminale, per ostacolare o ritardare la reazione da<br /> parte delle forze di Polizia e guadagnare più facilmente la<br /> fuga, solitamente bloccavano la viabilità con veicoli<br /> incendiati. I dettagli dell’operazione di polizia giudiziaria verranno<br /> forniti durante una conferenza stampa che si terrà alle ore 11<br /> nella sala riunioni della Questura di Foggia, alla presenza, tra<br /> gli altri, del procuratore della Repubblica Ludovico Vaccaro,<br /> del direttore Centrale Anticrimine, prefetto Francesco Messina,<br /> e del Direttore del Servizio Centrale Operativo Fausto<br /> Lamparelli. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.