"Inchino" della Madonna davanti al boss, arresti e sequestri

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Sigilli a beni per 30 milioni, blitz di CC e DIA nel Napoletano
Sigilli a beni per 30 milioni, blitz di CC e DIA nel Napoletano

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 03 <span class="caps">NOV</span> – E’ stato documentato anche<br /> l’“inchino” della statua della Madonna davanti alla villa del<br /> boss, durante le indagini sul clan “Sangermano”, organizzazione<br /> malavitosa che fa affari illeciti nel Napoletano, nell’agro<br /> nolano, ma anche in una parte della provincia di Avellino: i<br /> carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna e<br /> la <span class="caps">DIA</span>, coordinati dalla <span class="caps">DDA</span>, hanno notificato 25 misure<br /> cautelari nei confronti di presunti appartenenti alla camorra.<br /> Tra i destinatari anche i vertici del clan Agostino e Nicola<br /> Sangermano, di 42 e 44 anni. I reati ipotizzati sono molteplici:<br /> associazione di tipo mafioso, estorsione, trasferimento<br /> fraudolento di valori, illecita concorrenza, usura,<br /> autoriciclaggio e porto e detenzione illegale di armi comuni da<br /> sparo, quest’ultimi reati aggravati dalle finalità e modalità<br /> mafiose. Notificato anche un sequestro, da 30 milioni di euro,<br /> riguardanti terreni e fabbricati, società, autovetture e<br /> rapporti finanziari. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.