This content is not available in your region

Insulti razzisti a calciatrice 15enne, Lega Pro 'vergogna'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
E' accaduto a una giocatrice Ancona Respect durante match Fano
E' accaduto a una giocatrice Ancona Respect durante match Fano

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 02 <span class="caps">NOV</span> – Insulti razzisti a una calciatrice<br /> 15enne della Ancona Respect fuori dal campo dell’Alma Juventus<br /> Fano, dove si stava disputando un match di ragazze under 17. A<br /> rivolgerli, riferiscono i media locali, sarebbe stato il padre<br /> di una delle giocatrici della squadra, domenica pomeriggio. Dura<br /> la reazione della Lega Pro. “Il razzismo è un virus che muta<br /> facilmente e invece di sparire si nasconde, ma è sempre in<br /> agguato. Le espressioni di razzismo rinnovano in noi la vergogna<br /> dimostrando che i progressi della società non sono assicurati<br /> una volta per sempre” si legge in una nota che ricorda le parole<br /> di Papa Francesco. In questo modo la Lega Pro “vuole esprimere<br /> la ferma condanna a quanto è successo alcuni giorni fa ad una<br /> giovane calciatrice dell’Ancona Respect dicendo fermamente NO al<br /> razzismo e a tutte le forme di discriminazione”. “Alla giovane<br /> della squadra femminile Ancona Respect giunga la solidarietà di<br /> tutta la Lega Pro. La aspettiamo sul campo e sugli spalti dello<br /> stadio di Ancona, pronti a premiarla in nome del calcio vero<br /> fatto solo di gioia, amicizia e rispetto” dice il presidente<br /> Francesco Ghirelli. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.