This content is not available in your region

Fuan contro schwa a Torino, basta orrori grammaticali

Access to the comments Commenti
Di ANSA
In piazza con Azione studentesca, dopo adesivi all'università
In piazza con Azione studentesca, dopo adesivi all'università

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">TORINO</span>, 31 <span class="caps">OTT</span> – Protesta stamattina a Torino contro<br /> l’utilizzo del segno fonetico schwa nei “documenti ufficiali di<br /> scuole superiori e università” da parte di una ventina di<br /> militanti di Azione Studentesca Torino e Fuan-Azione<br /> Universitaria. Si sono ritrovati nel capoluogo piemontese, in<br /> piazza Carlo Alberto davanti alla biblioteca nazionale. Una<br /> manifestazione che segue a distanza di una ventina di giorni<br /> un’altra azione di azioni studentesche di destra, quando una<br /> serie di adesivi erano comparsi in alcune sedi dell’ateneo nel<br /> capoluogo piemontese, raffiguranti una schwa arcobaleno sbarrata<br /> e la scritta “Tieni pulita la tua università”. “Abbiamo deciso di protestare – dicono oggi da Azione<br /> Studentesca – contro le storpiature ideologiche della lingua<br /> italiana a cui sempre più spesso assistiamo nelle nostre scuole,<br /> persino nei documenti ufficiali. L’educazione è una cosa seria e<br /> va tenuta libera da ridicole strumentazioni portate avanti in<br /> nome di una falsa inclusività”. Durante la manifestazione è<br /> stato esposto lo striscione ‘Halloween (con al posto delle ‘e’<br /> la schwa), basta orrori grammaticali’. “Come rappresentanti<br /> degli studenti abbiamo voluto prendere nuovamente una netta<br /> posizione contro l’utilizzo della schwa in università dopo le<br /> inaccettabili dichiarazioni del rettore e di UniTo. L’università<br /> è la culla della cultura di una nazione e non dovrebbe cedere ad<br /> assurde pressioni ideologiche prive di senso”, affermano dal<br /> Fuan-Azione Universitaria. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.