This content is not available in your region

Inaugurato a Milano murale dedicato a perseguitati antifascisti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Da Sandro Pertini a Teresa Mattei, è uno dei più grandi in città
Da Sandro Pertini a Teresa Mattei, è uno dei più grandi in città

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 29 <span class="caps">OTT</span> – È stato inaugurato in via Plezzo, a<br /> Milano, il grande murale dedicato a sette perseguitati<br /> antifascisti che hanno fatto la storia dell’Italia libera e<br /> democratica. L’opera è stata presentata simbolicamente oggi a<br /> cento anni dall’anniversario della marcia su Roma che il 28<br /> ottobre del 1922 segnò l’avvio del fascismo al potere. Il murale, uno dei più grandi di Milano, è stato dipinto<br /> sulla facciata di un palazzo degli anni ’60, sede operativa di<br /> Poste Italiane. A realizzarla, il collettivo artistico<br /> Orticanoodles in collaborazione con l’associazione OrMe – Ortica<br /> Memoria di Milano, Anppia (Associazione Nazionale Perseguitati<br /> Politici Italiani Antifascisti), Poste Italiane e Comune di<br /> Milano. Sette volti, dall’ex presidente della Repubblica, Sandro<br /> Pertini, al presidente dell’Assemblea costituente, Umberto<br /> Terracini, la comunista e partigiana Teresa Noce, la senatrice a<br /> vita Camilla Ravera, il sindacalista e deputato Pci Giuseppe Di<br /> Vittorio, la più giovane rappresentante nell’Assemblea<br /> costituente Teresa Mattei e uno dei padri fondatori dell’Unione<br /> europea, Altiero Spinelli. Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato la<br /> vicesindaco del Comune di Milano, Anna Scavuzzo, l’assessore<br /> alla Cultura del Comune di Milano, Tommaso Sacchi, la presidente<br /> del Municipio 3, Caterina Antola, il presidente nazionale Anppia<br /> Spartaco Geppetti, e il vice segretario Anppia Sergio Boniolo. “Per noi è fondamentale dialogare con le nuove generazioni”,<br /> ha detto Serafino Sorace, Presidente dell’associazione OrMe – Ortica Memoria. “È questo il senso più autentico della nostra<br /> associazione: tenere viva la Memoria, che non vuol dire solo<br /> ricordare affinché gli orrori del passato non si ripetano, ma<br /> rinnovare l’impegno per un’Italia libera e democratica, fondata<br /> su uno spirito di solidarietà e contraria a ogni forma di<br /> violenza, come ci insegna la nostra Costituzione. “L’Ortica è un quartiere storico – ha detto la vicesindaco di<br /> Milano Anna Scavuzzo – dove la memoria delle persone e delle<br /> battaglie che l’hanno resa libera e democratica non è certo<br /> andata perduta”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.