This content is not available in your region

20 anni S.Giuliano, molte opere ricostruzione inutilizzate

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Chiusi laboratorio e centro polifunzionale, perso 15% abitanti
Chiusi laboratorio e centro polifunzionale, perso 15% abitanti

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAMPOBASSO</span>, 29 <span class="caps">OTT</span> – San Giuliano di Puglia<br /> (Campobasso) dall’anno del terremoto, il 2002, ad oggi ha perso<br /> oltre il 15% della popolazione: gli abitanti erano all’incirca<br /> 1.150 e ora sono meno di 1.000. La stessa sorte è toccata agli<br /> altri Comuni dell’area del cratere sismico. Anche per questo<br /> molte delle mastodontiche opere realizzate con la ricostruzione<br /> ora sono inutilizzate. Chiusi il laboratorio e il centro polifunzionale, di fatto<br /> chiuso anche il museo multimediale dove c‘è anche una sala per<br /> convegni e spettacoli; da qualche mese ha chiuso – a causa del<br /> caro energia e dei pochi iscritti – pure la grande piscina,<br /> mentre la scuola Jovine, realizzata al posto di quella crollata<br /> il 31 ottobre di 20 anni fa, è utilizzata solo in parte. “Sentiamo tantissimo il problema dello spopolamento – conferma il sindaco del paese Giuseppe Ferrante – tanto che<br /> proprio quest’anno, per evitare le pluriclassi, abbiamo<br /> sperimentato con un paese vicino l’unione delle scuole: i<br /> ragazzi di San Giuliano frequentano le Medie a Bonefro e i<br /> bambini di Bonefro frequentano le elementari a San Giuliano”.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.