Imbrattata la sede della Cgil di Imperia

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Scritte che rimandano ai no vax, indaga la Digos
Scritte che rimandano ai no vax, indaga la Digos

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">IMPERIA</span>, 28 <span class="caps">OTT</span> – “Fuck agenda 2030”. “Sindacati<br /> nazisti”, “Traditori dei lavoratori” e “Vivi” sono le scritte<br /> con le quali ignoti, la scorsa notte, hanno imbrattato i marmi<br /> accanto all’ingresso e alle vetrine della sede di via De Sonnaz<br /> della Cgil di Imperia. “Abbiamo già provveduto a far denuncia – afferma il segretario<br /> della Cgil di Imperia, Fulvio Fellegara -. La via è piena di<br /> telecamere e siamo fiduciosi che i colpevoli vengano<br /> individuati. Sono gesti vigliacchi e per noi anche dolori e<br /> sfregio”. Sul posto è già intervenuta la Digos della questura.<br /> “Non possiamo far altro che lavorare con ancora maggiore impegno<br /> e dedizione – conclude Fellegara -. Sono attacchi ricorrenti<br /> avvenuti anche in altre sedi nazionali. E’ importante che<br /> nessuno legittimi certe posizioni”. La scritta “ViVi” sormontata<br /> dalla ‘W’ è quella dei no vax, che durante il governo Draghi si<br /> battevano contro l’obbligatorietà del vaccino anti Covid.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.