This content is not available in your region

Maltempo: fango alluvione su sede Regione Marche, 5 denunce

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Dopo indagini Digos su manifestazione Fridays For Future
Dopo indagini Digos su manifestazione Fridays For Future

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 25 <span class="caps">OTT</span> – Per il lancio di sacchi di fango<br /> proveniente dalle zone colpite dall’alluvione del 15 settembre<br /> contro la sede della Regione Marche ad Ancona sono state<br /> denunciate dalla Digos cinque persone residenti nella regione.<br /> IL fatto è avvenuto il 23 settembre, in occasione della<br /> manifestazione indetta da Fridays For Future per lo sciopero<br /> globale per il clima. I cinque sono considerati responsabili in<br /> concorso tra loro di imbrattamento e lancio di cose pericolose.<br /> I partecipanti, circa 250, si erano radunati davanti alla sede<br /> della Regione, in via Gentile da Fabriano- A quel punto sono<br /> intervenuti alcuni esponenti dei movimenti sostenitori<br /> dell’evento. Il corteo ha subito un ritardo nel percorso, quando<br /> un numero ristretto di persone ha deviato dall’itinerario<br /> programmato, portandosi in direzione dell’ingresso principale di<br /> Palazzo Raffaello, sede dela Giunta, portando sacchetti neri<br /> pieni di fango con l’intento di svuotarli all’interno. Le forze<br /> di polizia presenti si sono contrapposte allo scopo di tutelare<br /> l’incolumità delle persone nei palazzi istituzionali, a quel<br /> punto è cominciato da parte dei manifestanti che si erano<br /> staccati dal corteo un lancio di fango contro l’edificio,<br /> terminato con l’imbrattamento delle scale e del muro d’ingresso,<br /> con scritte offensive realizzate con la melma. Le indagini,<br /> corroborate da testimonianze e immagini dei sistemi di<br /> videosorveglianza, hanno permesso di accertare le singole<br /> responsabilità in capo ai 5 autori delle condotte illecite. Le<br /> loro posizioni sono ora al vaglio anche della Divisione<br /> Anticrimine, per verificare la sussistenza dei presupposti per<br /> l’applicazione di misure di prevenzione personali di competenza<br /> del questore di Ancona, finalizzate ad evitare la reiterazione<br /> di condotte analoghe. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.