This content is not available in your region

Donna morta cadendo da balcone, marito 'non l'ho uccisa io'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
A novembre a Vibo il processo per omicidio preterintenzionale
A novembre a Vibo il processo per omicidio preterintenzionale

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CATANZARO</span>, 24 <span class="caps">OTT</span> – “Non l’ho uccisa io. Io ero<br /> innamorato di mia moglie e di certo la sua morte ha provocato un<br /> immenso dolore nel mio cuore. Attualmente soffro di<br /> depressione”. Lo afferma, in una nota, Paolo Foresta, di 36<br /> anni, di Napoli, rinviato a giudizio per omicidio<br /> preterintenzionale per la morte della moglie Annamaria<br /> Sorrentino, di 25 anni, di Melito (Napoli), ex Miss Campania,<br /> deceduta nell’estate del 2019 due giorni dopo essere caduta dal<br /> balcone dell’appartamento del villaggio turistico di Parghelia<br /> in cui stava trascorrendo un periodo di vacanza insieme al<br /> marito ed a due coppie di amici. La vittima, così come il<br /> marito e le persone che erano in vacanza con loro, era affetta<br /> da audiolesi. Il processo è fissato per il 15 novembre prossimo<br /> davanti ai giudici del Tribunale di Vibo Valentia. Foresta,<br /> difeso dall’avvocato di fiducia Fabrizio De Maio del foro di<br /> Lagonegro, secondo l’accusa, avrebbe picchiato la giovane, che<br /> sarebbe precipitata dal balcone nel tentativo di sfuggire alla<br /> presunta violenza da parte del marito. Stando all’ipotesi<br /> accusatoria, Foresta avrebbe avuto dei risentimenti nei<br /> confronti della moglie per una sospetta relazione extraconiugale<br /> della donna. “In questi anni – afferma Foresta – sono stato massacrato<br /> da tutta Italia. Sono stato descritto come un mostro che<br /> ovviamente non sono. Ho partecipato a molte trasmissioni<br /> televisive con l’intento di raccontare come fossero andate<br /> davvero le cose. Con mille difficoltà, ho sempre cercato di<br /> spiegarmi ma essendo sordomuto non sono mai stato capito del<br /> tutto. Per chi vive questa disabilità risulta difficoltoso <br /> esprimere con chiarezza tutto quello che si pensa e si vuole<br /> dire. È vero, io e Annamaria litigavamo come normalmente accade<br /> tra marito e moglie quando qualcosa non va. Sfido chiunque a<br /> dire che con il proprio partner non abbia litigato”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.