This content is not available in your region

Caro bollette, dal Nord Europa verso il caldo della Spagna. Per risparmiare sul riscaldamento

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Le spiagge calde della Spagna
Le spiagge calde della Spagna   -   Diritti d'autore  Alvaro Barrientos/Copyright 2019 The AP. All rights reserved   -  

Un brindisi al sole, in spiaggia all’insegna del risparmio energetico. La città spagnola di Benidorm, nella parte orientale del paese, è stata a lungo una destinazione popolare per gli europei. Un luogo dove prolungare la propria estate. Ora è anche la meta dove risparmiare sulle bollette di gas ed elettricità grazie al suo clima mite.

John Buter è un turista olandese. Ci racconta che stare qui è più economico che nei Paesi Bassi dove fa molto più freddo. “Nel mio paese dobbiamo accendere il riscaldamento. E pagare così la compagnia energetica. Ormai è folle restare nei Paesi Bassi quando ci si può godere i soldi altrove invece che spenderli per luce e gas.”

Il settore del turismo in questa regione spagnola sta traendo grossi benefici da quando molti stranieri si sono trasferiti. In alcuni casi bastano cinquanta euro per pernottare in hotel con pensione completa in bassa stagione. E anche per gli appartamenti le richieste stanno salendo.

La maggior parte degli inquilini proviene dal nord Europa. Norvegia, Svezia, Germania. È chiaro il perché. Tutte quelle persone perderebbero molti soldi per riscaldare le loro case. Noi non abbiamo questo bisogno nel sud dell'Europa, fa notare Daniel Elman, agente per MyFlats.

L'Unione europea ha accettato la cosiddetta deroga iberica della Spagna, che consente bollette più basse, anche per la sua bassa dipendenza dal gas russo Ma alcuni si dicono scettici e chi pensa che questa situazione di grande risparmio non durerà più di un anno.

Intanto molti si stanno trasferendo nei posti caldi della Spagna e per ora questa opzione sta dando grandi soddisfazioni ai risparmiatori.