This content is not available in your region

Uccisa a Napoli: confermata condanna a 30 anni per il marito

Access to the comments Commenti
Di ANSA
10 anni chiesti dal Pg Cassazione. Legale, ricorso straordinario
10 anni chiesti dal Pg Cassazione. Legale, ricorso straordinario

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 22 <span class="caps">OTT</span> – Con il rigetto dei ricorsi<br /> presentati dall’avvocato difensore, ieri la Corte di Cassazione<br /> ha confermato la condanna a trent’anni di reclusione per<br /> omicidio volontario di Vincenzo Lo Presto, 43 anni, marito di<br /> Fortuna Bellisario, uccisa a Napoli, il 7 marzo 2019, secondo<br /> l’accusa, a causa delle conseguenze innescate dai colpi inferti<br /> con una stampella dal consorte, dopo l’ennesima lite.<br /> “Trattandosi di rigetto e non di inammissibilità – fa sapere<br /> l’avvocato Simpatico, legale di Lo Presto – l’Inter giudiziario<br /> non si è concluso: dopo avere letto le motivazioni presenteremo<br /> un ricorso straordinario, per far valere le nostre tesi,<br /> peraltro accolte anche dal procuratore generale presso la prima<br /> sezione penale della Corte di Cassazione”.<br /> La condanna, infatti, è giunta malgrado il sostituto procuratore<br /> presso la Corte di Cassazione abbia ritenuto fondate le<br /> conclusioni del giudice di primo grado che condannò Lo Presto a<br /> dieci anni per omicidio preterintenzionale ritenendo quindi la<br /> morte di Fortuna sì causata da un ematoma subdurale, ma<br /> determinato da una caduta accidentale verificatasi dopo un<br /> pasto, oltre 4 ore dopo le percosse subìte dal marito. Una tesi<br /> sostenuta dall’avvocato Simpatico ritenuta sussistente dal<br /> giudice di primo grado, il gup di Napoli Fabio Provvisier, e<br /> anche dal sostituto procuratore generale della Cassazione.<br /> La condanna in primo grado di Lo Presto, affetto da problemi di<br /> salute e attualmente in carcere, suscitò vibranti proteste a<br /> Napoli, con manifestazioni e sit-in anche davanti al Palazzo di<br /> Giustizia partenopeo. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.