Giorgia Meloni e i ministri hanno giurato al Quirinale

Access to the comments Commenti
Di Gioia Salvatori
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la prima ministra Giorgia Meloni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la prima ministra Giorgia Meloni   -   Diritti d'autore  أ ب   -  

Sono passate da poco le dieci di sabato mattina quando Giorgia Meloni giura da prima ministra nelle mani del presidente della Repubblica. Per l'Italia due prime volte: la prima volta che una donna diventa presidente del consiglio, la prima volta che un partito di estrema destra, Fratelli d'Italia, formazione che ha lottato anni prima di sfondare fuori dal raccordo anulare, conquista la guida dell'esecutivo. 

Ci sono voluti 76 anni dalla nascita della Repubblica prima che una donna, politica di lungo corso, militante dall'adolescenza, profondamente conservatrice e sovranista, rompesse il tetto di cristallo. Vuole essere chiamata il presidente, al maschile, e il suo è un governo di uomini. Su 24 ministri solo sei sono donne. Due tra i ministeri più pesanti vengono equamente ripartiti tra gli alleati di coalizione: la Lega che con Giancarlo Giorgetti prende l'economia, Forza Italia che va agli esteri con Antonio Tajani. Quest'ultimo è anche vice primo ministro insieme a Matteo Salvini, ministro delle infrastrutture. (Al link qui sotto la lista completa dei ministri)

In tempo reale la presidente della commissione europea Ursula Von der Leyen si è congratulata con Giorgia Meloni, "sono pronta a lavorare insieme", scrive, una mano tesa dopo i rumors di inquietudine per una vittoria dell'estrema destra euroscettica durante la campagna elettorale. A lei si uniscono la presidente dell'europarlamento Roberta Metzola e il presidente del consiglio europeo Charles Michel. 

Questa domenica mattina il passaggio della campanella a palazzo Chigi da Mario Draghi, primo ministro uscente, a Giorgia Meloni; subito dopo il primo consiglio dei ministri.