This content is not available in your region

'Dove pensa di andare?', Zapata bloccato in banca da vigilanza

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Non riconosciuto all'ingresso. Poi sono arrivate le scuse
Non riconosciuto all'ingresso. Poi sono arrivate le scuse

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 20 <span class="caps">OTT</span> – Cinque stagioni all’Atalanta, 166<br /> presenze con la maglia nerazzurra e 79 gol segnati sono un gran<br /> bel bagaglio, ma possono non bastare per conferire un certo<br /> grado di notorietà. E’ accaduto a Duvan Zapata, attaccante<br /> colombiano bloccato a Bergamo da un solerte vigilante<br /> all’ingresso della banca in cui si stava recando. “Dove pensa di<br /> andare? Questo non è un posto per lei, vada da un’altra parte”,<br /> il senso più o meno delle parole che gli sarebbero state rivolte<br /> secondo quanto riportato sul dorso di Bergamo del Corriere della<br /> Sera. “Sono Zapata, sono Zapata, fatemi entrare”. Zapata, chi? Il<br /> giocatore, che indossava una tuta con cappuccio, tutto deve<br /> essere sembrato alla security fuorché un cliente della banca. Un<br /> episodio simile era capitato, nel 2000, anche a Clarence Seedorf<br /> appena arrivato in Italia. Chiarito l’equivoco, sono arrivate le<br /> scuse della banca. “Zapata è un nostro cliente – conferma al<br /> quotidiano il responsabile della filiale bergamasca di Fideuram,<br /> Marco Beri -, ma banca e security sono due cose diverse.<br /> Quest’ultima garantisce un servizio di vigilanza in pianta<br /> stabile, sia mattina che pomeriggio, in un interspazio tra<br /> l’ingresso e la strada. Quanto alla nostra operatività,<br /> generalmente, ogni cliente ha un suo personale consulente<br /> finanziario con cui si interfaccia previo appuntamento”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.