This content is not available in your region

L'altro mondiale: in Qatar, la quarta Coppa del mondo dei bimbi di strada

Access to the comments Commenti
Di Euronews  Agenzie:  AFN
la quarta edizione della Coppa del mondo dei bambini di strada si è conclusa a Doha, con una vittoria del Brasile
la quarta edizione della Coppa del mondo dei bambini di strada si è conclusa a Doha, con una vittoria del Brasile   -   Diritti d'autore  AFP   -  

Ai mondiali di calcio manca esattamente un mese, ma nel frattempo in Qatar si è appena conclusa un'altra coppa del mondo assai particolare: si chiama Street Child World Cup ed è un torneo che ogni quattro anni, a ridosso del mondiale, si disputa tra vere e proprie nazionali di calcio dei bambini di strada.

Prima di disputare la prima edizione, tenuta nel 2010 a Durban, in Sudafrica, Saldock John ad esempio era membro di una gang in Tanzania.

"Attraverso questa Street Kids World Cup - dice ai microfoni dell'Afn - spero di vedere un cambiamento in questi giovani, che diventino leader nelle loro comunità. Devono credere in se stessi, credere di essere qualcuno, credere che, indipendentemente da ciò che gli altri pensano di loro, devono solo perseverare per raggiungere i loro sogni.

GIUSEPPE CACACE/AFP or licensors
Doha, Qatar, 12 ottobre 2022: giocatrici palestinesi (maglia bianca) e boliviane si affrontano nella quarta giornata della Street Child World CupGIUSEPPE CACACE/AFP or licensors

Come i suoi giovani colleghi ugandesi che affrontano i bambini delle favelas brasiliane con la stessa convinzione con cui sfiderebbero Neymar o Vinícius Junior, John si è tolto dalla strada per diventare un imprenditore in la Tanzania: la spinta, racconta, è arrivata proprio grazie alla partecipazione al torneo.

"Il calcio significa tutto per me - continua - perché è stata la prima cosa che mi ha portato alla ribalta e ha mostrato agli altri quanto valgo e quanto sono importante. Ha dato loro fiducia, fiducia in me e l'opportunità di mostrare il mio talento e il mio valore nella comunità".

Ogni 4 anni, ragazzi di tutto il mondo partecipano al torneo: le nazionali arrivano dal Sudan come dal **Burundi,**dall'India come dalla Palestina e persino dagli Stati Uniti.

GIUSEPPE CACACE/AFP or licensors
Doha, 12 ottobre 2022: allenamento pre-partita per la squadra femminile palestineseGIUSEPPE CACACE/AFP or licensors

Secondo l'Unicef, nel mondo ci sono quasi 350 milioni di bambini che vivono in condizioni di estrema povertà.

"Quando questi giovani indossano la maglia nazionale, quando sentono l'inno, quando sventolano la bandiera, siamo incredibilmente orgogliosi di loro" racconta John Wroe, direttore generale della Street Child World Cup. "Tutto il loro Paese è incredibilmente orgoglioso di loro. E si tratta di far sì che il mondo si schieri dalla parte di questi ragazzi di strada. Quando li vedono in modo diverso, quando li vedono come eroi, sono pronti a cambiare il mondo per loro. Nessuno è in disaccordo con ciò che vogliono: registrazione delle nascite, accesso all'istruzione, protezione dalla violenza, parità di genere. Tutti sono d'accordo sul fatto che questi bambini debbano avere queste cose. Quindi tutti sono dalla loro parte".

L'edizione 2022 di questa Coppa del Mondo è stata vinta dal Brasile nella finale con la Colombia