This content is not available in your region

Uccisa a Osimo: convalidato fermo marito, resta in carcere

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Fatti l'11 ottobre in casolare, indagato nega accusa omicidio
Fatti l'11 ottobre in casolare, indagato nega accusa omicidio

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 17 <span class="caps">OTT</span> – Rimane in carcere Tarik El<br /> Ghaddassi, il marocchino di 42 anni, accusato dell’omicidio<br /> volontario aggravato della moglie Ilaria Maiorano, 41 anni. La<br /> donna martedì 11 ottobre era stata trovata morta in casa, a<br /> Padiglione di Osimo (Ancona), con il volto tumefatto, lesioni al<br /> capo e fratture agli arti. La procura – il pm Daniele Paci – sospetta sia stato il marito ad averla uccisa a botte durante un<br /> litigio. La gip di Ancona Sonia Piermartini ha convalidato il fermo<br /> eseguito dai carabinieri disponendo come misura cautelare la<br /> permanenza in carcere, a Montacuto (Ancona). Venerdì c’era stata<br /> l’udienza di convalida ma la giudice si era riservata la misura.<br /> La riserva è stata sciolta e il fermo confermato con custodia in<br /> carcere. L’uomo, difeso dall’avv. Domenico Biasco, continua a<br /> negare le accuse, sostenendo la tesi di un litigio avvenuto la<br /> sera prima, di una caduta dalle scale di lei nel tentativo di<br /> non farlo andare via di casa; dopo la lite, sostiene El<br /> Ghaddassi, lui e la moglie avrebbero dormito in camere separate;<br /> al mattino la 41enne era stata trovata morta in casa. La<br /> ricostruzione non convince gli inquirenti anche sulla base delle prime risultanze dell’autopsia che ha rilevato diverse lesioni<br /> sul corpo di Ilaria. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.