"Un hub turco per il gas russo". Erdogan e Putin a colloquio ad Astana

Access to the comments Commenti
Di euronews
frame
frame   -   Diritti d'autore  frame   -  

Sebbene il suo paese sia parte della Nato, il presidente turco Erdogan si conferma interlocutore affidabile del suo omologo russo Vladimir Putin. Ad Astana, capitale del Kazhakstan, i due si sono visti faccia a faccia per un'ora e mezza, e hanno discusso tra l'altro di questioni energetiche.

"Se la Turchia e i nostri possibili acquirenti in altri Paesi sono interessati, potremmo prendere in consid erazione la costruzione di un altro sistema di gasdotti e la creazione di un hub del gas in Turchia per la vendita a Paesi terzi, in particolare, naturalmente, a quelli europei, se sono interessati", ha detto Putin.

Erdogan ha difeso le continue relazioni commerciali della Turchia con la Russia, affermando che esse hanno aiutato a raggiungere l'intesa che ha consentito all'Ucraina di esportare il suo grano: "Mentre alcuni ambienti si sentiranno disturbati dai passi compiuti da Russia e Turchia, i paesi in via di sviluppo saranno felici".

In concreto, Mosca e Ankara prevedono di creare in Turchia unsistema di consegna e stoccaggio del gas russo che eventualmente potrà essere rivenduto anche in Europa. Il faccia a faccia tra i due presidenti si è svolto a margine di un vertice tra i paesi della regione in corso ad Astana, e arriva all'indomani del voto con cui l'ONU ha condannato la Russia per l'annessione dei territori ucraini; un voto che ha ulteriormente isolato Mosca sullo scenario internazionale.