This content is not available in your region

"Oggetti del desiderio", surrealismo protagonista al London Design Museum

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Divano-icona di Salvador Dalí
Divano-icona di Salvador Dalí   -   Diritti d'autore  CHRIS YOUNG/AFP   -  

La complessa evoluzione del Surrealismo è protagonista della mostra al London Design Museum. Qui i visitatori possono ammirare dalla scultura-divano a forma di sinuose labbra di Salvador Dalí fino ai video onirici dell'artista islandese Bjork.

Per Kathryn Johnson, curatrice della personale "**Objects of Desire: Surrealism and Design 1924 – Today**”, i lavori esposti sono parte della nostra vita, pezzi cult senza tempo.

"Ovunque guardiamo abbiamo la sensazione che idee e estetiche surrealiste siano sempre presenti tra di noi. Penso che non sia un caso che questi momenti coincidano con periodi di instabilità economica e po-litica, perché il surrealismo era fondato su un abbraccio creativo del caos”, fa notare Kathryn Johnson. “Un modo per accettare l'incertezza. Questo è quello di cui abbiamo bisogno ora. Abbiamo bisogno di artisti e designer che rispondano al disordine di questi tempi".

Il Surrealismo ha avuto una profonda influenza sul mondo del design. Il movimento, nato negli anni Venti del XX secolo, infatti, non solo ha rivoluzionato l'arte, ma ha avuto un impatto significativo in diversi ambiti dalle arti decorative e dai mobili agli interni, alla moda, alla fotografia e al cinema. La mostra è un modo per scoprire come è nato il movimento rivoluzionario. L'esposizione copre quasi cento anni ed è artico-lata in quattro sezioni: oggetti di uso quotidiano, design d'interni, moda e corpo, mente.

"Tutti conosciamo la scultura-telefono a forma di aragosta. È una delle opere surrealiste più famose, un’icona. Viene sempre presentato come un oggetto d'arte. Quello che volevamo fare qui era mostrare che si trattava in realtà di una commistione di di interior-design”, prosegue la curatrice della mostra.

La personale londinese mette in evidenza anche l'influenza del movimento surrealista sui designer contemporanei. Esposti sotto i riflettori schizzi dei designer contemporanei Ronan ed Erwan Bouroullec, oppure esempi di mobili Sketch, tracciati dalla mano e dal corpo del designer a mezz'a-ria grazie al motion capture.

Man Ray, Salvador Dalí,Marcel Duchamp, Christian Dior. Sono solo alcuni dei protagonisti della mostra londinese aperta al pubblico fino al 19 febbraio 2023.