Attentato Sinagoga: Dureghello, cada velo omertà e ipocrisia

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Dolore ancora vivo, ci sia verità storica e processuale'
'Dolore ancora vivo, ci sia verità storica e processuale'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 09 <span class="caps">OTT</span> – “Da questo luogo chiediamo verità,<br /> perché è necessario che quel velo d’ipocrisia e omertà che rese<br /> possibile che un comando terroristico agisse indisturbato nel<br /> pieno centro di Roma venga finalmente svelato. Lo ha detto la<br /> presidente della Comunità ebraica romana, Ruth Dureghello,<br /> durante il discorso per commemorazione al Tempio Maggiore del<br /> quarantesimo anniversario dell’attentato del 9 ottobre 1982, in<br /> cui morì, a due anni, Stefano Gaj Taché. “Da quel giorno di quaranta anni fa sono tante le cose<br /> successe. Se però siamo ancora qui è perché oltre al dolore che<br /> è ancora vivo, auspichiamo che finalmente possa esserci verità<br /> storica e processuale. Non per vendetta, ma per giustizia”, ha<br /> Dureghello. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.