La mappa della guerra: gli ucraini hanno liberato oltre 500 chilometri quadrati di territorio

Access to the comments Commenti
Di Sasha Vakulina - Edizione italiana: Cristiano Tassinari
La giornalista Sasha Vakulina spiega la mappa della guerra.
La giornalista Sasha Vakulina spiega la mappa della guerra.   -   Diritti d'autore  Grafica Euronews

Le forze ucraine continuano la loro controffensiva nel nord-est e nel sud, dove secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sono stati ormai liberati più di 500 chilometri quadrati di territorio.

Ma i funzionari ucraini a Dnipro, Mykolayiv e Zaporizhzhia affermano che l'esercito russo sta bombardando sempre di più quelle aree.

Per l'Institute for the Study of War, l'uso da parte della Russia di droni di fabbricazione iraniana non sta generando effetti "asimmetrici" e particolarmente positivi, come invece ha fatto l'uso ucraino dei sistemi HIMARS forniti dagli Stati Uniti ed è improbabile che questi droni influiscano in modo significativo sul corso della guerra.

Le forze russe, del resto, non sembrano concentrare questi droni su nodi asimmetrici vicino al campo di battaglia. Hanno usato molti droni contro obiettivi civili nelle retrovie, sperando probabilmente di generare "effetti di terrore" sulla popolazione.

A est, le forze ucraine hanno continuato le operazioni di controffensiva nella regione nord-orientale di Kharkiv, vicino a Kupyansk, e le operazioni per minacciare le posizioni russe lungo la strada Kreminna-Svatove, nella regione occidentale di Lugansk. 

Le truppe russe hanno continuato gli attacchi di terra nella regione di Donetsk e hanno ottenuto guadagni territoriali intorno a Bakhmut.

Grafica Euronews
La situazione nel Donbass.Grafica Euronews

I leader dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (DPR) hanno affermato di aver conquistato tre insediamenti delle forze ucraine vicino a Bakhmut.

Nel sud, le truppe russe stanno stabilendo posizioni difensive nella zona settentrionale di Kherson, in seguito al crollo della linea russa nel nord-est.

Le truppe russe sono determinate a mantenere il controllo di Kherson il più a lungo possibile, essendo l'unico capoluogo regionale che Mosca è stata in grado di conquistare dal 24 febbraio.

Screenshot Euronews
La giornalista Sasha Vakulina.Screenshot Euronews