This content is not available in your region

Sicurezza in mare al centro del simposio della Marina militare

Access to the comments Commenti
Di Redazione italiana
Venezia
Venezia   -   Diritti d'autore  from video   -  

Si è aperta all’Arsenale di Venezia la 13esima edizione del Trans-Regional Seapower Symposium of the wider Mediterranean, forum marittimo organizzato dalla marina militare in corso fino al 7 ottobre a cui partecipano oltre 50 marine militari provenienti da tutto il mondo e un centinaio di organizzazioni internazionali e realtà industriali, culturali, accademiche e dell’informazione interessati ai temi di carattere marittimo. Ad introdurre i lavori è stato il capo di stato maggiore della marina, Enrico Credendino, mentre a dare il via ufficiale è intervenuto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

Tre giorni di incontri dedicati ai temi del mare, dalla protezione dell'ambiente alla sicurezza, “una grande sfida”, quest'ultima, che con la guerra in Ucraina ha assunto una “dimensione globale”, come ha sottolineato Guerini, spiegando che “l’aggressione russa ha creato instabilità e sfide sempre più mutevoli e imprevedibili”.

"Il Mediterraneo è un luogo di incontro, di scambio, di pace. Dobbiamo preservare questo ambiente come un ambiente di cooperazione, di collaborazione, certamente con uno sguardo ai riverberi della situazione di conflittualità in Ucraina", ha sottolineato Guerini a margine del simposio. 

Fino al 27 ottobre è in corso inoltre la seconda edizione dell'esercitazione Mare aperto 2022, il maggior evento addestrativo della marina in cui le forze della squadra navale si esercitano insieme a quelle dell’Alleanza atlantica e di alcune marine estere, operando negli spazi marittimi compresi tra Adriatico, Ionio, Tirreno e Canale di Sicilia. Un complesso e articolato contesto addestrativo, sviluppato anche nelle dimensioni innovative e sempre più importanti dello spazio e della cyber-security.