Disinnescati i tre ordigni bellici trovati nel Bolognese

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Per le operazioni sono state evacuate 5.000 persone
Per le operazioni sono state evacuate 5.000 persone

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 02 <span class="caps">OTT</span> – Alle 11.43 i genieri dell’Esercito<br /> del reggimento di Castel Maggiore, hanno disinnescato i tre<br /> ordigni bellici, rinvenuti durante i lavori per la realizzazione<br /> della viabilità stradale nel Comune di Casalecchio di Reno<br /> (Bologna), operazione per cui era stata disposta un’evacuazione<br /> di cinquemila persone. Gli ordigni, tre bombe d’aereo, del peso di circa 500 libbre<br /> (pari a 243 Kg), 250 libbre (pari a 124 kg) e 100 libbre (pari a<br /> 52 kg), tutte di fabbricazione statunitense, sono stati trovati<br /> in pessime condizioni di conservazione ma ancora attive. Le operazioni, coordinate dalla Prefettura di Bologna e dal<br /> Comando Forze Operative Nord di Padova, si sono svolte in tre<br /> fasi: durante la prima è stata costruita sui luoghi di<br /> rinvenimento, attorno ad ogni bomba, una struttura temporanea di<br /> protezione per la mitigazione degli effetti dovuti ad una<br /> esplosione accidentale; poi si è provveduto alla<br /> neutralizzazione degli ordigni tramite la rimozione dei sistemi<br /> di innesco; nella terza fase, infine, nei prossimi giorni,<br /> saranno fatte brillare. Durante le operazioni sono state chiuse al traffico la linea<br /> ferroviaria Bologna – Porretta Terme, e un tratto<br /> dell’autostrada A1 oltre ad alcune strade comunali adiacenti<br /> alla zona di ritrovamento dell’ordigno. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.