Brasile, sfida elettorale Bolsonaro-Lula: sigilli anti-brogli per il voto elettronico

Access to the comments Commenti
Di Euronews - AFP
Prove tecniche anti-broglio.
Prove tecniche anti-broglio.   -   Diritti d'autore  AFP

Ultimi preparativi per il primo turno delle elezioni presidenziali in Brasile, il più grande Paese dell'America Latina, in programma domenica 2 ottobre (eventuale ballottaggio, il 30 ottobre).

C'è grande attesa per la sfida tra l'ex presidente Lula (76 anni) e l'attuale presidente Jair Bolsonaro (67 anni), vincitore delle elezioni del 2018.

⏩ Per saperne di più: L'arma di Bolsonaro per vincere le elezioni

Attenti ai brogli!

Gli assistenti della Corte elettorale di Brasilia, la Capitale, applicano ben otto sigilli di sicurezza alle urne elettroniche (modello UE2020), che in Brasile vengono usate dal 1996, ma che - ultimamente - sono diventate oggetto di polemica. dopo le accuse da parte del presidente Bolsonaro di possibili brogli a favore dello sfidante Lula.

AFP
Lavoro frenetico alla Corte elettorale di Brasilia.AFP

"Saranno i sigilli a certificare l'affidabilità delle urne elettroniche"

Dichiara Roberval Belinati, Presidente del Tribunale elettorale regionale del Distretto Federale di Brasilia: 
"Questo momento è molto importante per la giustizia elettorale, perché stiamo preparando queste urne per il giorno delle elezioni: e dopo l'inserimento dei dati degli elettori e dei candidati, mettiamo otto sigilli su ciascuna delle urne, firmati dal giudice elettorale di zona. E questi sigilli verificheranno l'integrità, la sicurezza, l'affidabilità delle urne elettroniche".

AFP
"Un momento importante per la giustizia elettorale".AFP

Tutte le attrezzature necessarie per il voto elettronico sono conservate in luoghi con sorveglianza 24 ore su 24. Saranno distribuite ai seggi elettorali il giorno prima o nelle prime ore del giorno stesso delle elezioni.

Diversi enti controllano la procedura di caricamento e "autenticazione" delle urne, come i pubblici ministeri, gli stessi partiti politici e le missioni di osservazione accreditate, come "Electoral Transparency Brazil" e l'Associazione brasiliana dei giuristi per la democrazia.

Il caso-Minas Gerais

In particolare, 55.435 urne elettroncihe saranno utilizzate nel solo grande Stato minerario di Minas Gerais (sud-est del Brasile), per consentire ad oltre 16 milioni di minatori, che vi vivono e lavorano, di esercitare il loro diritto di voto.

Il giudice Carlos Donizetti Ferreira, Direttore del Forum elettorale di Belo Horizonte (capitale del Minas Gerais), ha evidenziato l'affidabilità del processo di voto elettronico: “Utilizziamo questo metodo da 26 anni e mai si è verificato alcun tipo di problema".