This content is not available in your region

Dall'Egitto alla Grecia, l'elettrodotto che porterà le rinnovabili in Europa

Access to the comments Commenti
Di Euronews
I lavori per l'infrastruttura
I lavori per l'infrastruttura   -   Diritti d'autore  Euronews   -  

Con la crisi energetica, l'Europa deve ora pensare ad assicurarsi elettricità abbondante e più economica.

Uno dei progetti più ambiziosi è l'interconnessione dell'Europa con l'Egitto attraverso la Grecia.

Si parla di un cavo sottomarino che trasporterà fino a 3.000 MW di elettricità e collegherà l'Egitto settentrionale direttamente all'Attica, in Grecia.

Il progetto è stato avviato dal Gruppo Copelouzos, i cui dirigenti hanno incontrato la scorsa settimana i vertici egiziani per accelerare le procedure.

"Portando 3.000 MW di energia pulita in Europa, attraverso la Grecia, aiutiamo l'Europa a liberarsi dai combustibili fossili e dal gas naturale della Russia" spiega Ioannis Karydas, Ad per le energie rinnovabili di Copelouzos. "Inoltre, l'energia verde che trasporteremo sarà molto più economica dei prezzi attuali. Capite bene che questo aiuterà sia i consumatori greci che quelli europei".

Elettrodotto "green"

Con un valore di 3 miliardi e mezzo di euro, l'interconnessione GREGY" - questo il nome del progetto, dalla fusione di Greece ed Egypt - è stata nominata di Interesse Comune dall'Unione Europea.

Trasporterà elettricità pulita prodotta in Egitto o in altri Paesi dell'Africa meridionale, attraverso parchi fotovoltaici o eolici.

"Circa un terzo - continua Karydas - sarà consumato in Grecia, soprattutto nelle industrie greche, un altro terzo sarà esportato nei Paesi europei vicini e un terzo sarà utilizzato in Grecia, per la produzione di idrogeno verde. La maggior parte di questo idrogeno sarà esportato anche nei Paesi europei limitrofi".

L'Egitto ha completato le interconnessioni con la Libia, il Sudan e l'Arabia Saudita e aspira a diventare un importante hub energetico per l'Europa meridionale.

L'interconnessione dovrebbe essere operativa tra 6 o 7 anni