This content is not available in your region

Svezia al voto. Migranti, integrazione e Russia i temi principali

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Image
Image   -   Diritti d'autore  أ ب   -  

Svedesi alle urne questa domenica per le legislative. Immigrazione e Russia i temi sul tappeto che potrebbero portare la destra a vincere dopo quasi un secolo. E questo malgrado il fatto che la premier Magdalena Andersson sia accreditata di quasi il 30% di consensi, che di questi tempi non sono poca cosa.

Nominata appena dieci mesi fa prima donna a capo del governo nella storia della Svezia, Andersson, classe 1967, si è trovata ad accompagnare il Paese nel complicato contesto della guerra in Ucraina e gode oggi di forte fiducia tra gli elettori.

A rivelarsi decisivo per le sorti della nuova alleanza di governo e kingmaker sarà probabilmente Jimmie Akesson, ex web designer di 43 anni dalla precoce carriera politica, che da giovanissimo ha preso in mano le redini dei nazionalisti anti-immigrati portandoli in alto nei sondaggi come mai prima d'ora.

Il testa a testa per il seggio più alto del Rosenband, la sede del governo, si preannuncia invece tra la premier uscente di centrosinistra e il leader dei Moderati, Ulf Kristersson.

Chi strapperà la vittoria, se non ci saranno ulteriori terremoti politici, dal primo gennaio 2023 si troverà ad assumere, alla guida del Paese, la presidenza di turno dell'Unione europea.