Canada, morto uno dei fratelli accoltellatori in fuga

Access to the comments Commenti
Di euronews
frame
frame   -   Diritti d'autore  Royal Canadian Mounted Police

È stato trovato morto uno dei due sospetti autori degli attacchi a colpi di coltello che in Canada sono costati la vita a 10 persone. Il corpo di Damien Sanderson, 31 anni, è stato trovato nella James Smith Cree Nation, nel Saskatchewan, alle 11:30, ha dichiarato l'assistente commissario Rhonda Blackmore, comandante della Saskatchewan Royal Canadian Mounted Police.

Damien avrebbe agito col fratello Myles, 30 anni, che potrebbe essere ferito, secondo la polizia. "Vogliamo che l'opinione pubblica lo sappia perché c'è la possibilità che si rivolga a un medico", ha detto Blackmore. "Non significa che non sia ancora pericoloso". Damien Sanderson aveva ferite visibili che non si ritiene siano state autoinflitte, ha detto Blackmore. La causa della morte non è stata ancora determinata. Il suo corpo è stato trovato "all'aperto in un'area fortemente erbosa in prossimità di una casa che si stava esaminando".

Alla conferenza stampa di lunedì, Blackmore ha chiesto se Myles Sanderson sia sospettato della morte del fratello e ha risposto che gli investigatori non possono dirlo. "Non abbiamo conferme. Non possiamo dire in un modo o nell'altro se Myles sia coinvolto nella morte di Damien". "È una pista investigativa che stiamo seguendo, ma non possiamo dirlo in modo definitivo.".

Compreso Myles Sanderson, 19 persone sono state ferite negli attacchi, che si sono svolti in in 13 diverse località. Le identità delle vittime non sono state rese note dalla polizia, ma Blackmore ha escluso che tra di esse ci fossero neonati o un bambini.