Aiea prevede missione permanente a Zaporizhzhia

Access to the comments Commenti
Di Alberto De Filippis
Image
Image   -   Diritti d'autore  Efrem Lukatsky/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Gli ispettori dell'Aiea, l'organizzazione internazionale pper l'energia atomica, sono in Ucraina. La delegazione è arrivata a Kiev e dopo alcune dichiarazioni dovrebbe dirigersi alla centrale nucelare di Zaporija. Fra le nuove ipotesi anche quella di una missione permanente presso la centrale. La Russia dice di essere d'accordo ma continua a bombardare Energodar che è la città adiacente alla centrale nucleare.

Rafael Grossi, Direttore dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica: "Abbiamo un compito molto, molto importante lì da svolgere, per valutare la situazione reale lì. Per aiutare a stabilizzare la situazione il più possibile. E sono davvero molto consapevole dell'importanza di questo momento. Ma siamo pronti. L'AIEA è pronta".

German Galushchenko, Ministro dell'Energia ucraino: "Diamo loro un elenco dei principali punti molto importanti che dovrebbero controllare. E questo da un punto di vista tecnico. Altro tema importante è la comprensione di dove si trovano i militari russi, abbiamo informazioni che stanno cercando di nascondere la presenza militare e gli ispettori dovrebbero controllare tutte queste cose".

Così Denis Pushilin, leader dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk: “La delegazione dell'AIEA chiede garanzie di sicurezza da parte delle Forze Alleate e della Federazione Russa. Verranno presi tutti i provvedimenti necessari per garantire questa sicurezza. Ma vorrei sottolineare che in questo momento il regime ucraino è gestito da pazzi e nulla può essere escluso”.

Hackers ucraini trasmettono canzoni patriottiche nella Crimea occupata dai russi

La Russia continua ad affermare che sarebbe Kiev a bombardare la centrale utilizzando armi di provenienza occidentale. Prove non ce ne sono. Continuano inoltre le operazioni ucraine nelle retrovie russe. Operazioni che Mosca continua a negare derubrcandole a semplici incidenti. un deposito di petrolio in Crimea è esploso sembra per un'operazione di sabotaggio ucraina. Operazione che Mosca nega come ha sempre fatto finora.