This content is not available in your region

Rubati due camion smaltimento rifiuti a Comune calabrese

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Sindaco Polistena, 'nessun criminale ci fermerà'
Sindaco Polistena, 'nessun criminale ci fermerà'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">POLISTENA</span>, 20 <span class="caps">AGO</span> – Due mezzi di proprietà del<br /> Comune di Polistena sono stati rubati la notte scorsa. I mezzi<br /> erano parcheggiati nel piazzale del centro raccolta rifiuti,<br /> videosorvegliato, situato lungo la strada provinciale<br /> Polistena-Melicucco. Ignoti hanno rotto i lucchetti del cancello<br /> principale, rubato il furgone parcheggiato e la motrice con gru<br /> e cassone scarrabile indispensabile per il trasporto e lo<br /> smaltimento dei rifiuti. A renderlo noto è il sindaco di<br /> Polistena Michele Tripodi. “Tale azione – afferma – non è isolata e, al di là del valore<br /> economico significativo dei mezzi, segue una prima spedizione<br /> criminale compiuta nello stesso luogo il 13 maggio scorso contro<br /> il servizio ecologia, ultimamente preso troppo di mira. In<br /> quella circostanza i criminali avevano sabotato e asportato i<br /> catalizzatori di due mezzi noleggiati dalla ditta Pentagono, che<br /> attualmente gestisce gli ingressi nel centro di raccolta. Quanto<br /> accaduto costituisce un altro episodio inquietante che stavolta<br /> è diretto contro mezzi di proprietà del Comune e impiegati da<br /> molto tempo nel servizio di nettezza urbana, servizio rivolto a<br /> tutti i cittadini. Si tratta, a nostro parere, di una strategia<br /> criminale e mafiosa, precisa, mirata e raffinata, che tende a<br /> creare disservizi contro la città, di indebolire e di<br /> delegittimare l’azione di buon governo dell’Amministrazione<br /> Comunale che opera in prima linea per assicurare servizi<br /> efficienti, rispetto delle regole e legalità, lotta alle mafie,<br /> trasparenza nella scelta degli operatori economici, riuso dei<br /> beni confiscati alla ndrangheta”. La gestione del servizio<br /> rifiuti, prosegue il sindaco, “è un settore nevralgico attorno<br /> al quale gravitano diversi interessi ed appetiti mafiosi.<br /> L’azione indegna si riverbera sul corretto andamento del<br /> servizio stesso”. “Ma sia chiaro – conclude il sindaco -. Nessun<br /> mafioso o criminale fermerà l’iniziativa dell’Amministrazione<br /> comunale scelta democraticamente dal popolo che proseguirà nel<br /> proprio lavoro al servizio della città per affermare legalità e<br /> diritti e respingere qualunque tentativo di condizionamento<br /> criminale e mafioso”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.