This content is not available in your region

Operaio morto alla Saras: l'autopsia conferma l'annegamento

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Si attendono i risultati degli esami istologici e tossicologici
Si attendono i risultati degli esami istologici e tossicologici

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAGLIARI</span>, 19 <span class="caps">AGO</span> – È annegato, Stefano Nonnis,<br /> l’operaio di 42 anni di Santadi morto dopo essere finito in<br /> mare, mercoledì mattina, mentre lavorava per una ditta esterna<br /> su un pontile della raffineria Saras di Sarroch (Città<br /> metropolitana di Cagliari). È quanto emerge dall’autopsia<br /> condotta al Policlinico di Monserrato dal dottor Roberto<br /> Demontis. Gli esami, richiesti dalla pm Diana Lecca che ha<br /> aperto un’inchiesta contro ignoti con l’ipotesi di omicidio<br /> colposo, sono durati circa tre ore e hanno confermato la prima<br /> ipotesi: l’operaio è morto annegato. Il medico legale ha<br /> eseguito tutti i prelievi per gli esami tossicologici e<br /> istologici che serviranno ad avere un quadro completo delle<br /> condizioni di salute del 42enne. Rimangono aperti ancora molti<br /> punti su quanto accaduto mercoledì mattina sul pontile della<br /> raffineria: l’operaio è inciampato ed è caduto in acqua, senza<br /> riuscire a nuotare a causa delle attrezzature e dei vestiti che<br /> indossava, oppure potrebbe aver avuto un malore che gli ha fatto<br /> perdere l’equilibrio? Tutta l’attrezzatura utilizzata dal 42enne<br /> è stata sequestrata. Spetterà adesso agli accertamenti dello<br /> Spresal chiarire i diversi aspetti della vicenda. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.