This content is not available in your region

Enpa,solo in 2 settimane di giugno abbandonati 1000 cuccioli

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Pioggia segnalazioni. Scarso effetto pandemia su cessioni
Pioggia segnalazioni. Scarso effetto pandemia su cessioni

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 13 <span class="caps">AGO</span> – Solo in due settimane a giugno l’Ente<br /> nazionale per la protezione animali ha registrato una vera e<br /> propria ‘pioggia’ di segnalazioni dai suoi uffici locali ed ha<br /> recuperato circa 1.000 cuccioli abbandonati. E le segnalazioni<br /> proseguono peggiorando la situazione. Si tratta di cani perchè i<br /> gatti, anche in questo caso tantissimi i segnalati, sono senza<br /> microchip e quindi piu’ facili da abbandonare. Un ‘record’ che<br /> va ad aggiungersi ai salvataggi delle altre associazioni e che è<br /> destinato a far crescere il conto annuale tenuto dal Ministero<br /> della salute. Già nel 2021 nei canili sanitari erano entrati<br /> 72.115 cani, 29.194 nei rifugi. Varie le motivazioni che spingono gli italiani a ‘cedere’ il<br /> proprio cane (cioè affidarlo ad altri o a strutture): decesso<br /> del proprietario, novità in famiglia (l’arrivo di un figlio),<br /> difficoltà a mantenerlo. Scarso sembra l’effetto post-pandemia: – secondo un sondaggio Enpa – molti dei cani ceduti (44%) erano<br /> in casa da 2-5 anni. Una quota consistente era in casa da oltre<br /> 5 anni. Quindi ben prima della pandemia. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.