This content is not available in your region

Comitato vittime Ponte: vogliamo il memoriale

Access to the comments Commenti
Di ANSA
"Quanto dovremo aspettare? Senza memoria non c'è progresso"
"Quanto dovremo aspettare? Senza memoria non c'è progresso"

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 12 <span class="caps">AGO</span> – “Quanto ancora dovremo aspettare<br /> per il memoriale? Senza memoria non c‘è progresso e le vittime<br /> del crollo di ponte Morandi non devono essere per alcuna ragione<br /> dimenticate”. Alla vigilia del quarto anniversario del crollo<br /> del viadotto sul Polcevera, che il 14 agosto 2018 ha provocato<br /> la morte di 43 persone, Egle Possetti, presidente del comitato<br /> Ricordo vittime ponte Morandi, torna a chiedere che si velocizzi<br /> l’iter per la realizzazione del memoriale che dovrebbe sorgere<br /> al posto del capannone dove la Procura ha conservato i reperti.<br /> A luglio, in concomitanza con l’avvio del processo, è arrivato<br /> il via libera allo spostamento di parte delle macerie ma ancora<br /> nulla si è mosso. “Pensavamo che con il progetto definito e con<br /> il nulla osta allo spostamento dei reperti si potesse procedere<br /> più velocemente, invece”. La prima pietra, del tutto simbolica,<br /> del cantiere era stata posta dalle istituzioni nel corso della<br /> cerimonia di commemorazione del 14 agosto 2021. Dal Comune hanno<br /> spiegato che per la progettazione definitiva bisognerà attendere<br /> ancora perché ci sono da risolvere anche alcune interferenze con<br /> la linea ferroviaria ma l’amministrazione conta di mettere a<br /> gara l’opera al più tardi in ottobre.<br /> Quattro anni dopo la tragedia intanto Genova torna a ricordare:<br /> il primo appuntamento organizzato dal Comune di Genova sarà<br /> domani alle 21 alla Radura della Memoria, sotto il nuovo ponte<br /> San Giorgio, con un concerto di musica classica e sacra eseguito<br /> dall’Accademia del Chiostro. Domenica la commemorazione alle<br /> 10.30 con il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini e<br /> con 43 bambini che consegneranno pensieri ai familiari delle<br /> vittime. Alle 11.36, ora del crollo, un minuto di silenzio e il<br /> suono delle sirene delle navi in porto e delle campane di tutta<br /> la diocesi. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.