This content is not available in your region

Faida trapper: niente domiciliari per Simba La Rue

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Barbara Boscali è accusata di essere la mandante dell'agguato
Barbara Boscali è accusata di essere la mandante dell'agguato

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 11 <span class="caps">AGO</span> – Il gip di Milano Guido Salvini ha<br /> respinto la richiesta di domiciliari per Simba La Rue, il rapper<br /> di 20 anni arrestato con altri tre giovani nell’ambito<br /> dell’inchiesta del pm di Milano Francesca Crupi su una presunta<br /> ‘faida’ tra gruppi rivali di trapper. Il giudice ha però<br /> confermato l’autorizzazione a trasferire il ventenne “nel più<br /> breve tempo possibile” all’ospedale San Gerardo di Monza, dove<br /> dovrà essere operato per le conseguenze dell’aggressione, nelle<br /> scorse settimane a Treviolo (Bergamo), in cui è stato ferito a<br /> coltellate. Da parte di Simba La Rue “non è pervenuta alcuna accettazione<br /> e disponibilità in merito a un programma di recupero che<br /> comporterebbe un distacco dallo stile di vita sinora assunto”.<br /> Lo sostiene il gip Guido Salvini nell’ordinanza con cui ha<br /> respinto la richiesta dei domiciliari in comunità per il rapper,<br /> arrestato nell’ambito di una inchiesta della Procura di Milano<br /> per una presunta faida tra bande rivali di trapper. “Ben<br /> difficilmente la collocazione in comunità potrebbe interrompere<br /> i contatti tra Saida e l’ambiente in cui sono maturati i fatti<br /> criminosi”, aggiunge il giudice, ricordando che lo stesso pm,<br /> pur esprimendo parere favorevole all’istanza dei difensori, “ha<br /> sottolineato l’assoluta importanza di recidere ogni contatto tra<br /> l’indagato e il contesto in cui sono maturati i fatti”. Il gip<br /> parla anche di “incapacità dell’indagato di autocontrollarsi” e<br /> di mancanza del “requisito dell’affidabilità”. La collocazione<br /> in comunità potrà comunque essere ripresa in considerazione dopo<br /> il periodo in ospedale, che non sarà breve. Ferito in una<br /> aggressione, dovrà essere infatti sottoposto a un delicato<br /> intervento chirurgico per “tentare di recuperare il più<br /> possibile la lesione nervosa a carico dell’arto inferiore<br /> destro”, come emerge dalla consulenza medico-legale del dottor<br /> Marco Scaglione. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.