Incidente Garda, genitori vittima: 'Nostra condanna è a vita'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Sempre più disperati, non gli hanno nemmeno revocato patente'
'Sempre più disperati, non gli hanno nemmeno revocato patente'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BRESCIA</span>, 10 <span class="caps">AGO</span> – “Senza la nostra Greta siamo<br /> sempre più disperati. Per lei e per noi non c‘è nessuno che può<br /> revocare la condanna a vita che i signori Kassen e Teismann ci<br /> hanno inflitto”. I genitori di Greta Nedrotti, con Umberto<br /> Garzarella una delle vittime di un anno fa nel Lago di Garda,<br /> commentano così il ritorno alla libertà di Patrick Kassan, il<br /> tedesco che il 19 giugno 2021 era con l’amico Chrirstian<br /> Teismann sul motoscafo che ha travolto il gozzo con a bordo i<br /> due ragazzi bresciani. “Abbiamo capito che la revoca degli arresti domiciliari<br /> riguarda la fase cautelare del processo, e non l’esecuzione<br /> della sentenza emessa – aggiungono i genitori – Quindi, quando<br /> la sentenza sarà definitiva, i signori Teismann e Kassen<br /> dovranno eseguire la pena che sarà stabilita in via definitiva.<br /> Comprendiamo anche che dopo un anno siano state ritenute<br /> affievolite le esigenze cautelari che avevano giustificato prima<br /> la reclusione in carcere e poi gli arresti domiciliari del<br /> signor Kassen. Di certo non capiamo come mai non sia mai stata<br /> disposta la revoca della patente nautica e anche della patente<br /> di guida dei signori Kassen e Teismann, come sarebbe accaduto se<br /> l’omicidio nautico e quello stradale fossero equiparati. Questo<br /> ci riempie di rabbia”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.