This content is not available in your region

West Nile: individuati altri 2 casi tra donatori sangue Fvg

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Stabili ricoveri in intensiva, in tutto 11
Stabili ricoveri in intensiva, in tutto 11

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PALMANOVA</span>, 08 <span class="caps">AGO</span> – “Grazie al sistema di<br /> monitoraggio messo in campo in Fvg dal coordinamento del<br /> Dipartimento trasfusionale del Servizio sanitario regionale oggi<br /> sono stati individuati ulteriori due casi di positività al West<br /> Nile virus tra i donatori di sangue della nostra regione. I casi<br /> salgono quindi a tre: uno nell’area di Pordenone e due in quella<br /> di Udine. Tutti sono in buona salute e le loro condizioni non<br /> destano preoccupazione; le loro donazioni sono state individuate<br /> e bloccate”. Lo ha reso noto il vicegovernatore con delega alla<br /> Salute Riccardo Riccardi evidenziando che in Fvg sono adottate<br /> le misure di sorveglianza per la prevenzione dettate dal<br /> Ministero della Salute. L’attenzione è alta nella stagione estivo-autunnale, periodo<br /> di massiva diffusione del virus. Nelle aree in cui la malattia<br /> viene identificata nelle zanzare o negli equidi viene adottato<br /> un test specifico su tutte le donazioni di<br /> sangue ed emocomponenti e viene sospesa per 28 giorni la<br /> donazione per i cittadini che vi hanno soggiornato. Riccardi ha spiegato che nel 2022 i primi riscontri di<br /> zanzare positive al West Nile in Fvg “sono avvenuti a metà<br /> luglio a San Vito al Tagliamento, a San Canzian d’Isonzo e a<br /> Palazzolo dello Stella. La Direzione centrale salute, in<br /> sintonia con la rete trasfusionale, ha precauzionalmente<br /> inserito immediatamente il test del West Nile per tutti i<br /> donatori”. In Fvg si donano più di 80mila unità di sangue ed<br /> emoderivati all’anno. Le donazioni dei tre donatori sono state<br /> bloccate, i soggetti colpiti stanno bene ma verranno sottoposti<br /> ai prelievi di conferma e seguiti dai Servizi trasfusionali per<br /> quattro mesi, poi potranno riprendere a donare senza alcuna<br /> limitazione. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.