This content is not available in your region

Trovata in discarica ora Imai è un cane salva persone

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Dalla Sardegna al Piemonte curata e addestrata per ricerche
Dalla Sardegna al Piemonte curata e addestrata per ricerche

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAGLIARI</span>, 08 <span class="caps">AGO</span> – È stata trovata a metà ottobre in<br /> una discarica accanto all’ex carcere Buon Cammino di Cagliari da<br /> un ex detenuto. E ora è in Piemonte, in ottimo stato di salute.<br /> Non solo: è diventata un cane che ricerca persone scomparse. È<br /> la storia di Imai, una boxer di due anni. Ora vive ad Arignano,<br /> nella città metropolitana di Torino, accolta da Vassilia Sacco,<br /> volontaria di Casa di Axel che lo ha portato dall’Isola in<br /> Piemonte. Ivan Schmidt, istruttore e dog trainer, sta seguendo<br /> l’addestramento di Imai che, da cane salvato, sta diventando<br /> cane che salva le vite umane. “Imai è una destinata: destinata<br /> ad essere salvata e destinata a salvare”, spiega Schmidt. Quando<br /> è arrivata nella nuova casa si spaventava per ogni rumore. Ma<br /> soprattutto aveva paura delle persone. “Passo dopo passo si è<br /> fidata e affidata alle mie competenze – racconta l’istruttore – capendo che non tutti gli uomini erano come quelli che ha<br /> conosciuto fino al giorno del suo salvataggio”. Una storia a lieto fine cominciata con il ritrovamento del<br /> cane, in pessime condizioni. “Il ragazzo che l’ha trovato – ricostruisce Schmidt – ha chiesto aiuto a Radio Zampetta Sarda<br /> che creato un post sui social e questo è stato intercettato<br /> dall’attuale proprietaria. Imai è stata fatta curare alla<br /> Clinica Karel di Cagliari, successivamente, dopo 10 giorni di<br /> ricovero, la proprietaria è arrivata in Sardegna per portare<br /> Imai nella sua nuova casa in Piemonte. Da lì é iniziato in<br /> primis il recupero fisico e poi il recupero comportamentale<br /> mediante idroterapia e stimolazioni ambientali con un processo<br /> di pressione e rilascio”. Quindi l’attività di mantrailing, la ricerca di persone<br /> scomparse. Con un ottimo maestro: Schmidt si é occupato di oltre<br /> 40 interventi operativi di polizia giudiziaria ed è stato anche<br /> consulente tecnico per i casi di Yara Gambirasio e delle<br /> gemelline Alessia e Livia Shepp scomparse in Svizzera. Messaggio<br /> accorato dello stesso maestro al cane: “Imai, ti chiedo scusa<br /> per quello che gli umani ti hanno fatto e spero di cuore che<br /> insieme alla tua proprietaria e a chi ti vuole bene come lei,<br /> siamo riusciti un po’ a farci perdonare”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.