Fine vita: Cappato si autodenuncia, aiuteremo chi lo chiederà

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Sarà poi compito della giustizia stabilire se ciò è un reato'
'Sarà poi compito della giustizia stabilire se ciò è un reato'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 03 <span class="caps">AGO</span> – Il tesoriere dell’associazione<br /> Luca Coscioni, Marco Cappato, è arrivato alla stazione dei<br /> carabinieri vicino a piazza Duomo per autodenunciarsi dopo avere<br /> accompagnato la signora Elena, malata terminale di cancro, al<br /> suicidio assistito in Svizzera. “Oggi mi reco alla caserma dei carabinieri per raccontare<br /> l’aiuto fornito a Elena – ha spiegato parlando con la stampa<br /> prima di entrare -, senza cui non sarebbe stato possibile<br /> arrivare in Svizzera. E spiegherò ai Carabinieri che per le<br /> prossime persone che ce lo chiederanno, se saremo nelle <br /> condizioni di farlo, aiuteremo anche loro. Sarà poi compito<br /> della giustizia stabilire se questo è un reato o se c‘è la<br /> reiterazione del reato. O se c‘è discriminazione come noi<br /> riteniamo tra malati”. Insieme a Cappato anche l’avvocatessa Filomena Gallo,<br /> segretario della associazione Coscioni. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.