This content is not available in your region

Tav: Digos, in Valle di Susa guerriglia come in Kurdistan

Access to the comments Commenti
Di ANSA
"Ordigni esplosivi" e strumenti usati negli attacchi ai cantieri
"Ordigni esplosivi" e strumenti usati negli attacchi ai cantieri

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">TORINO</span>, 02 <span class="caps">AGO</span> – La mobilitazione contro il Tav in<br /> Valle di Susa è diventata “il principale terreno di scontro con<br /> lo Stato” da parte degli antagonisti, che nel corso del tempo<br /> hanno utilizzato “tecniche di guerriglia mutuate verosimilmente<br /> anche da altri territori di conflitto bellico (vedi il<br /> Kurdistan) e adattate al particolare contesto boschivo”. E’<br /> quanto si legge in una relazione inviata dalla Digos di Torino<br /> all’autorità giudiziaria nell’ambito dell’inchiesta sul centro<br /> sociale Askatasuna, sfociata nei giorni scorsi nel rinvio a<br /> giudizio di 28 militanti. Il dossier individua “gli ordigni<br /> esplosivi” e gli strumenti utilizzati nel corso degli attacchi<br /> al cantiere, tra cui un particolare dispositivo da lancio che<br /> per anni è stato un mistero per gli stessi investigatori.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.