Strage Bologna: Bonaccini, l'Emilia-Romagna non dimentica

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Bologna e l'Italia colpite al cuore, ma c'è stata la risposta'
'Bologna e l'Italia colpite al cuore, ma c'è stata la risposta'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 31 <span class="caps">LUG</span> – “Questa città e questa regione non<br /> dimenticano. E martedì saremo in piazza per onorare la memoria<br /> delle 85 vittime e ricordare gli oltre 200 feriti di una strage<br /> tra le più efferate della storia repubblicana. Stringendoci ai<br /> familiari nella condivisione di un dolore che il passare degli<br /> anni non attenua. Un ricordo che vuole anche essere<br /> testimonianza di un impegno a difesa di quei valori di<br /> democrazia, giustizia e legalità che proprio quella strage<br /> puntava a sovvertire. Oggi più che mai, dopo una sentenza che<br /> pochi mesi fa ha fatto luce sul contesto eversivo in cui è<br /> maturata e sui mandanti, mettendo nero su bianco ruoli,<br /> responsabilità, depistaggi, connivenze”. Così il presidente<br /> della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in vista delle<br /> commemorazioni del 42/o anniversario della strage alla Stazione<br /> di Bologna del 2 agosto 1980. “Verità e giustizia. Se è stato fatto un ulteriore,<br /> importante passo in questa direzione lo dobbiamo all’impegno<br /> rigoroso di magistrati e uomini dello Stato, insieme alla<br /> tenacia e alla fermezza dell’Associazione dei familiari delle<br /> vittime che in questi anni non sono mai venute meno. A partire<br /> dal lavoro prezioso sugli atti e i documenti processuali, alla<br /> cui digitalizzazione abbiamo contribuito come Regione proprio<br /> collaborando con l’Associazione dei familiari e il presidente<br /> Paolo Bolognesi: a loro va il nostro grazie e la nostra<br /> riconoscenza. Nostra, di tutta la comunità regionale e del<br /> Paese. Quarantadue anni fa Bologna e l’Italia furono colpite al<br /> cuore, ma le istituzioni e i cittadini hanno saputo rispondere<br /> con fermezza, solidarietà e unità. Nel nome di quei valori<br /> fondamentali che sono alla base del nostri vivere civile e che<br /> tutti insieme vogliamo riaffermare e trasmettere come eredità<br /> alle nuove generazioni”, aggiunge Bonaccini. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.