This content is not available in your region

Mafia: Cassazione nega risarcimento a Nunzia Graviano

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Polgiust, schiaffi e calci nell'infermeria di Bancali
Polgiust, schiaffi e calci nell'infermeria di Bancali

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 29 <span class="caps">LUG</span> – E’ stata respinta dalla Cassazione la<br /> richiesta di Nunzia Graviano, la sorella 54enne dei capomafia<br /> stragisti Giuseppe e Filippo – entrambe all’ergastolo -, la<br /> quale in seguito all’assoluzione definitiva ottenuta il 30<br /> aprile 2018 con la formula “per non aver commesso il fatto”,<br /> voleva essere risarcita per aver passato tre anni, quatto mesi e<br /> 15 giorni in carcere, dal 29 novembre 2011 al 13 aprile 2015,<br /> con l’accusa di gestire di fatto il patrimonio dei fratelli<br /> detenuti. Ad avviso della Corte di appello di Palermo, quale<br /> giudice della riparazione, come emerge dall’ ordinanza del 25<br /> maggio 2021 condivisa dagli ‘ermellini’ – nel verdetto 30054<br /> depositato oggi -, vi erano stati “plurimi e perduranti”<br /> rapporti della Graviano con membri del clan mafioso di<br /> Brancaccio, uomini come Cesare Lupo, Giuseppe Arduino e Giuseppe<br /> Faraone, che andavano fino a Roma, dove la donna gestiva un bar<br /> in Via Tripolitania, per incontrarla. Anche brevemente, per una<br /> ventina di minuti, compresa la notte di Natale del 24 dicembre<br /> 2010. Secondo le dichiarazioni di alcuni pentiti, in quelle<br /> circostanze alla sorella dei boss venivano dati i soldi degli<br /> affitti di beni appartenenti ai fratelli Graviano. Per la<br /> Cassazione, questo via vai da Palermo a Roma, anche se non è<br /> sfociato in una sentenza di condanna, “non lascia dubbi sulla<br /> rimproverabilità” nei confronti di Nunzia Graviano di “una<br /> condotta tale da legittimare pienamente il provvedimento<br /> restrittivo”, un comportamento di “pericolosa connivenza”.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.