Alpinismo: team valdostano conquista il K2

Access to the comments Commenti
Di ANSA
In vetta le guide Cazzanelli e Picco e l'aspirante Perruquet
In vetta le guide Cazzanelli e Picco e l'aspirante Perruquet

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">AOSTA</span>, 28 <span class="caps">LUG</span> – Un team di alpinisti valdostani ha<br /> conquistato oggi il K2, seconda montagna più alta del mondo.<br /> Agli 8.611 metri della vetta sono arrivati Francois Cazzanelli<br /> (guida alpina della Società del Cervino), Pietro Picco (guida<br /> alpina della Società di Courmayeur) e Jerome Perruquet<br /> (aspirante guida alpina e membro della Società Cervino, di<br /> appena 24 anni). Dopo il Broad Peak, gli alpinisti hanno riposato pochi<br /> giorni e vista la finestra di bel tempo hanno deciso di provare<br /> la scalata in squadra. Partiti lunedì 25 luglio dal campo base<br /> si sono dovuti fermare al campo 2 perché aveva ripreso a<br /> nevicare. Martedì mattina 26 luglio sono partiti per il campo 3,<br /> dovendo tracciare su neve fresca aiutati anche da sherpa molto<br /> forti. Mercoledì 27 luglio sono arrivati al campo 4 a quota<br /> 8.000, alle 13 italiane: qui gli alpinisti si sono riposati<br /> qualche ora. Alle ore 21.15 ora locale sono partiti per<br /> attaccare la vetta: la meteo era perfetta, non c’era vento e il<br /> cielo era stellato. Picco ha raggiunto la vetta alle ore 8<br /> pakistane e Cazzanelli e Perruquet alle 8,30. Attualmente sono<br /> impegnati nelle operazioni di discesa. Dal campo base, insieme all’amico e mecenate Sergio Cirio, ha<br /> coordinato la spedizione Marco Camandona, fino a ieri unica<br /> guida valdostana, insieme ad Abele Blanc, ad aver raggiunto la<br /> vetta del K2, il 29 luglio del 2000. Emrik Favre, a malincuore,<br /> ha invece dovuto lasciare il campo base a causa di una<br /> bronchite. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.