'Ndrangheta: operaio ucciso per errore, 4 arresti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Delitto nel 2004 in Calabria. Contestato anche un altro omicidio
Delitto nel 2004 in Calabria. Contestato anche un altro omicidio

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">COSENZA</span>, 20 <span class="caps">LUG</span> – Quattro persone sono state<br /> arrestate dai carabinieri del Ros e del Comando provinciale di<br /> Cosenza, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in<br /> carcere emessa dal Gip di Catanzaro su richiesta della Dda. I 4<br /> sono indagati, in concorso per due omicidi, quello di Luciano<br /> Martello, commesso a Fuscaldo il 12 luglio 2003, e di Antonio<br /> Maiorano, commesso a Paola il 21 Luglio 2004. Maiorano, operaio<br /> forestale incensurato, fu ucciso per errore perché scambiato per<br /> un boss del posto, reale obiettivo dell’agguato, a causa della<br /> sua somiglianza fisica. Il reale obiettivo lavorava nello stesso<br /> cantiere in cui si trovava Maiorano. Gli arresti sono stati<br /> eseguiti a Roma e Cosenza.<br /> La misura cautelare è giunta a conclusione degli approfondimenti<br /> investigativi condotti nel solco di precedenti procedimenti<br /> penali sugli stessi delitti, maturati, secondo l’accusa, nel<br /> contesto degli equilibri tra le cosche di ‘ndrangheta operanti<br /> all’epoca nel territorio di Paola. Per i delitti, negli anni<br /> scorsi, sono intervenute condanne e assoluzioni divenute<br /> definitive.<br /> Al momento gli inquirenti non hanno voluto fornire le identità<br /> degli arrestati. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.